Contenuto 3

Il reale impatto del contrabbando di HFC

Per le organizzazioni criminali il contrabbando di HFC è redditizio e semplice.

Acquistano HFC dove è considerato legale, lo introducono illegalmente in Europa dove viene poi rivenduto.

I contrabbandieri di HFC sono in grado di farlo con la consapevolezza che le dogane hanno risorse insufficienti e si concentrano sulla ricerca di armi, merci contraffatte e tratta di esseri umani.

A fronte di una domanda elevata, le quote che limitano l’offerta comportano inevitabilmente un aumento iniziale dei costi.

I commercianti spesso cercano modi per risparmiare tempo e denaro e per loro acquistare HFC a basso costo è allettante. Ma quello che spesso non sanno è da dove provengono gli HFC e questo può essere pericoloso, in quanto non vi è alcuna garanzia che il gas sia idoneo allo scopo o sicuro da usare.

Cosa succede realmente quando si acquistano HFC sul mercato nero?

Gli HFC di contrabbando finanziano attività di organizzazioni criminali che possono essere coinvolte nel traffico di armi, droga e esseri umani. Gli utili ricavati dal contrabbando di HFC possono quindi finanziare altre operazioni pericolose e violente.

Sulla base dell’analisi dei dati di Oxera Consulting LLP, EFCTC stima che fino a 31 milioni di CO2eqT sono stati importati illegalmente nell’UE nel 2019. Si tratta di circa un terzo della quota legale nel 2019.

Secondo l’organizzazione indipendente EIA, nel 2018, gli HFC di contrabbando hanno portato in Europa l’equivalente di 16,3 milioni di tonnellate di CO2. Ciò rappresentava oltre il 16% della quota prevista nel 2018 ed è superiore alle emissioni totali di CO2 della Slovenia.

Questo è pertanto un problema serio e molto importante per il pianeta e per le persone. Il contrabbando di HFC non è un reato minore, perchè supporta altre attività criminali e distrugge il nostro clima.

 

Dobbiamo affrontare questo problema, subito.
Dobbiamo lavorare tutti insieme per fermare gli HFC illegale.